venerdì 25 maggio 2007

African Hi-Fidelity Travels inc.

Prima di tutto...grazie! A tutti quelli che visitano il blog...abbiamo ampiamente supeato la boa delle mille visite e sono davvero contento! Grandi, grandi, grandi!!!
Martedì sera Jean e Ale mi hanno raggiunto nel mio appartamento e, dopo aver mangiato una pizza e bevuto qualche birrozza semi-fresca (essendo giunte all'ultimo sono state messe in freezer, cmq erano bevibili testimoniano i vuoti), ci siamo messi a studiare l'itinerario per il nostro inter-rail estivo (23/07 - 07/08). Chiaramente il tutto è suscettibile a variazioni e l'esperienza mi insegna che sicuramente ci saranno, comunque il percorso dovrebbe essere più o meno questo: Brescia, Monaco di Baviera, Berlino, Copenaghen, Stoccolma (opzione Helsinki con la cosiddetta "Trombonave", ma la distanza è proibitiva, quindi sarà dura), Goteborg, Amburgo, Amsterdam (se siamo ancora freschi) oppure Monaco e poi casa. Vedremo, studieremo qualche guida (vero!?!) e poi chissà.
Probabilmente, prima e dopo questo viaggio, mi farò una settimana a Lucera (Puglia, Foggia), tra mare (Gargano), cibo, parenti e amici; una settimana da Laura ad Hannover e poi qualche altro giorno con la suddetta in località ancora da decidere (anzi, se avete consigli o ganci in posti fighi, vicini ed economici, fate sapere...).

In settimana ho terminato uno splendido libro (thanks Jean): "Altà fedeltà" di Nick Hornby. Bè che dire è un libro divertente, spassoso, irriverente, ma allo stesso tempo riflessivo, soprattutto pieno di citazioni musicali (il protagonista è un maniaco di musica, nonchè proprietario di un negozio di dischi). Per alcuni versi mi sono rispecchiato in Rob ("Robert, Bobby, Rob, Bob, Robert Zimmerman...alias Bob Dylan che cazzo!"), vi riporto solo un breve passo, uno dei più riflessivi...di frasi ghignose ne è veramente zeppo e le trovate ovunque:
"Sembra quasi che se metti la musica (e i libri, i film e il teatro, e qualsiasi cosa procuri emozioni) al primo posto, non riuscirai mai a chiarire del tutto la tua vita amorosa[...] Forse noi viviamo troppo protesi verso un apice e di conseguenza non riusciamo mai a sentirci completamente contenti: dobbiamo essere disperati o al settimo cielo. Vedete, i dischi mi hanno aiutato ad innamorarmi, su questo non c'è dubbio. Sento un nuovo pezzo, con un cambio di accordi che mi scioglie dentro, e prima che me ne accorga, sto già cercando qualcuna, e prima che me ne accorga, l'ho già trovata. Mi innamorai di Rosie, quella dell'orgasmo simultaneo, dopo che mi ero innamorato di una canzone dei Cowboy Junkies: la ascoltai e la riascoltai e ancora, e ancora, fino a perdermi in una specie di trasognamento, e a quel punto avevo bisogno di sognare, e la trovai, e allora, beh, cominciarono i guai[...] Forse Al Green è responsabile di molte più cose di quante mi sia mai reso conto."




Infine ecco la recensione del nuovo disco dei Maximo Park: "My earthly pleasures". Un disco piacevole, con un paio di episodi davvero carini. http://www.rockol.it/recensione-3507/Maximo-Park/OUR-EARTHLY-PLEASURES

Canzone del giorno: "Lady" - Fela Kuti. In questo periodo di caldo africano, eccone uno con i controcoglioni. Fela Anikulapo Kuti (Nigeria, 1938-1997), anche detto The Black President, Kuti fu un rivoluzionario, un attivista socio-politico sul fronte dei diritti umani ed un musicista, considerato il più importante artista africano del XX secolo. Inventore dell'afrobeat, genere musicale caratterizzato dalle ritmiche robuste, funky, groovy ed ossessive. Feel the groove, man!!!!


giovedì 17 maggio 2007

Cose in famiglia...

Quindi...
Sabato scorso è cominciata l'avventura del vecchio Ampe. L'ArTeInTe strabordava di gente e penso che le cose siano iniziate bene e mi auguro proseguano meglio, con le ulteriori modifiche e abbellimenti che lo Zecchini ci ha promesso! Da segnalare Fabio e Berga già pesantemente sotto l'effetto dell'alcool (soprattutto il primo) alle ore 20,30.

Ecco un paio di foto:



Enri, Ampe e Mirco...behind the "bancon"!!



Erk e Sara aperitivizzati....


Nello stesso giorno a Roma si è tenuto il Family Day. Stavo per scrivere qualcosa sull'argomento quando ho letto ciò che ha scritto Beppe Grillo e, rispecchiando appieno il mio pensiero, riporto le sue parole
da www.beppegrillo.it


"La libertà politica è più importante dell'economia. Propongo quindi a Prodi di cedere l’Eni e l’Enel alla Francia. Sarkozy in cambio dovrebbe riportare il Papa ad Avignone. I Dico in quella felice nazione li hanno già e senza il Papato tra i piedi sono riusciti a fare la Rivoluzione. Non ci sono diritti civili da discutere. Tra il “Family day” e il “Coraggio laico” ci vorrebbe una terza via. Quella di uno Stato laico. Il Vaticano ha paura dei Dico e ha ragione. Se i preti gay fossero regolarizzati dove andremmo a finire? Se si sposassero con delle suore e avessero dei bambini? E lasciassero tutto quello che hanno a loro e non allo Ior? La bancarotta di San Pietro. Se la famiglia è così importante, così nobile, perchè i preti non si sposano? E se sono così competenti in materia come avranno fatto a fare esperienza?Il Papa è andato in Brasile tra oceani di folla per nominare il primo santo del luogo. Ma negli ultimi venti anni in Brasile i protestanti sono passati da uno su dieci a tre su dieci. Forse perchè le chiese protestanti si impegnano di più nel sociale e meno nella politica?Il peggio sono i nostri dipendenti alla ricerca del voto cattolico. Una volta c’era solo la Democrazia Cristiana, oggi ci sono Forza Italia Vaticana, la Lega Santa, il Partito Democratico dell’Opus Dei. Con tutti i problemi che ha il Paese questi sepolcri imbiancati, divorziati, finocchi con il c..o degli altri ci impongono da mesi una discussione sui Dico. Su diritti che sono già presenti in tutta Europa e che in Italia dovrebbero essere approvati in una settimana. Date al Signore quello che è del Signore e a Cesare quello che è di Cesare. E poi quello che è di Cesare e quello che è del Signore dateli insieme al Vaticano."


Sto veramente diventando anticlericale!!!! Ipocrisia è la parola d'ordine di una Chiesa che tutto rappresenta fuorchè le parole di Gesù Cristo.


Infine vorrei dare un abbraccio al Mazzu che, dopo lo splendido concerto dei Bloc Party (un'ora e mezzo di danze e sudore!) la scorsa domenica ha: 1. chiuso le chiavi della sua macchina dentro il baule 2. ha cercato di rompere il vetro della suddetta con un mattone, ma non ce l'ha fatta a causa della troppa emotività che lo contraddistingue 3. ha visto Jean frantumargli il vetro in un sol boccone 4. si è fatto il viaggio di ritorno con l'aria nella schiena 5. a 200 mt. da casa sovrappensiero per l'accaduto ha pensato di salire su uno spartitraffico per rompere paraurti, coppa dell'olio, airbag, gomme ecc...per un totale di migliaia di euro di danno. Il concerto è stato da paura però!


Canzone del giorno: "This room" - Fat Freddy's drop. Dall'album "Based on a true story" (2005). Per tirare su il morale dopo aver sfogato la rabbia, un brano di una band neozelandese, sospeso tra reggae, dub, elettronica e R&B. Pensate che in patria sono stati al primo posto in classifica: sono troppo avanti da quelle parti. Da noi neanche si trova il disco. "Like a king of his lonely kingdom, who rules who have no rules".



mercoledì 9 maggio 2007

In a different (and silent?) way...

Sono in treno..torno da Milano. Cuffie nelle orecchie e libro in mano. Oggi mi hanno offerto un nuovo incarico per qualche settimana e poi se andrà bene chissà. Sono contento per la responsabilità affidatami ma allo stesso tempo ho una legittima paura della novità. Sarò in grado? Fuori scorrono i paesaggi di campagna tra Bergamo e Brescia e mi viene da pensare a come tutto sta diventando virtuale, ci si occupa e ci si confronta sempre più spesso con cose che non esistono materialmente. Sta diventando tutto "intoccabile", il progresso toglie il peso alle cose e così la moneta diventa un bonifico, la carta di giornale diventa web, il suono delle parole diventa una serie di lettere scritte via sms e Messenger. Penso al nuovo progetto affidatomi e rifletto sul fatto che tutto questo mondo che devo analizzare (Myspace) non esiste materialmente anche se dietro ad ogni pagina c'è una persona che pensa, che scrive e che spesso propone la propria arte. Ed è proprio questo che mi da lo slancio per muovermi e per andare avanti, la speranza che la parziale sparizione della materia non cancelli le emozioni delle persone. Guardo nuovamente fuori dal mio finestrino ferroviario e mi verrebbe l'istinto di buttarmi nel campo di erba ed infilare le mani nella terra e giocarci come si faceva da piccoli con la sabbia. Strappare i fili verdi con le mani. Il tatto/contatto.
A casa spengo tutto: musica, computer e resto in silenzio. Ad ascoltarlo. Chissà se ne sono ancora capace. Qualche minuto e già riparto. Con la mia vita. Con la mia musica. E con i miei progetti. Ma verrò a trovarti di nuovo...in a silent way!







Cari fanciulli, sabato dalle ore 18 (io arriverò verso le 19,30 causa lavoro), grande inaugurazione del nuovo locale di Ampelio: ArTeInTe. Il posto si trova in Via Cattaneo 22 (vicino al ristorante spagnolo Pa'Picar) nel pieno centro di Brescia. Ci sarà da mangiare e da bere per tutti (fino ad esaurimento delle ampie scorte) e si festeggerà l'inizio della nuova avventura dell'Ampe nazionale. Oh ci vediamo lì eh!






La stessa sera, alle 22, dovrò correre alla finale del concorso "Urago Wave", (Casa del Popolo di Urago Mella) al quale farò da giurato.
E poi domenica io, Jean, Laura, Mazzu e forse la Ile saremo al concerto dei Bloc Party all'Alcatraz di Milano!! Yessssssss!! Non vedo l'ora!!!!!
Infine...questa è la mia recensione del nuovo disco degli A Toys Orchestra...http://www.rockol.it/recensione-3482/A-Toys-Orchestra/TECHNICOLOR-DREAMS...sono interessanti..teneteli d'occhio!
Canzone del giorno: "Bless your blood" - Six Organs of Admittance. Tratto dall'ultimo lavoro ("Sun awakens", 2006) della lisergica formazione californiana attiva dal 1998. Un brano di puro rock psichedelico, con suoni che aprono il cassettino del cervello dedicato ai sogni e lo svuotano nell'aria...



giovedì 3 maggio 2007

Wir sind....

Eccomi di ritorno dalla mia trasferta tedesca. Per chi non lo sapesse dal 30 aprile al 3 maggio (cioè oggi!) sono stato ad Hannover in Germania per il compleanno di Laura! Anche stavolta sono stato molto bene, mi sono rilassato ed ho anche vagato in bicicletta per i vari (e splendidi) parchi cittadini. Speriamo che il nuovo immenso parco che stanno facendo a Brescia 2 sia altrettanto fico!!!
Ecco qualche foto "crucca":



Ah la musica...





Laura versione "simpa"....




Musicisti turchi alla Festa del Primo Maggio





Wustelloni sempre al Primo Maggio im Park






Ercole soffuso...diciamo pure fuso viste le 8/9 birre ingurgitate alla Festa di Laura.

Il ritorno è, come previsto, già pieno di cose da fare e da domani si riprende immediatamente il lavoro! Dischi e cinema!! Stasera però, dopo essere andato al compleanno del "vecchio", girerò con Marco (Jeannin) un videoclip che il nostro studente di cinema deve realizzare per la scuola. Il Vostro (cioè io) sarà il protagonista del video che è girato sulle note della carichissima "Wolf like me" dei Tv On The Radio. Tra qualche giorno il video potrebbe essere on-line...
Più che altro spero di essere all'altezza visto che non ho mai fatto niente di simile....
Ed infine domenica si va al concerto di lei, la sola, l'unica....Cat Power!!! Se mi dimentico la macchina fotografica prendetemi a calci nelle palle!

Canzone del giorno: (I can't get no) Satisfaction - Cat Power. Una irriconoscibile versione chitarra e voce della hit dei Rolling Stones. La splendida cantautrice della Georgia rilegge in maniera sublime e sognante questo brano che fa parte dell'album "Covers Record" (2000), nel quale la nostra "gattina" si diverte a rileggere con chitarra, piano e voce dodici canzoni a firma di Bob Dylan, Velvet Underground, Moby Grape, Michael Hurley ecc...Un disco da ascoltare in una tranquilla serata d'estate all'aperto, cullati dalla soave voce di Catty...