lunedì 29 dicembre 2008

Letter to myself...

Manca poco alla fine del 2008. E' un lunedì sera e sono a casa da solo, diviso tra la gioia di stare con me e una sensazione indecifrabile di malinconia. Forse è proprio quando ho più tempo libero che vado in crisi: il mio lavoro mi piace ed il tempo speso a farlo mi impegna e mi gratifica. Ma non basta e così eccomi davanti ad uno specchio davanti al quale in questi istanti ho paura di specchiarmi.
Ci sono momenti nella vita in cui le cose non sono chiare. In questi momenti bisognerebbe aspettare che le emozioni si chiariscano da sole, ma è faticoso, quando si tratta di sensazioni e sentimenti profondi. Quando si tratta di sistemare le questione attuali, pratiche, me la cavo bene. Sentivo l'esigenza di trovare un lavoro più stimolante e l'ho fatto; sentivo di dover andare a vivere da solo e l'ho fatto; sentivo di volere avere a che fare con l'amore e l'ho fatto; sentivo di voler fare un viaggio in solitaria e l'ho fatto ecc. Una serie di cose che mi facevano una paura fottuta, ma che ho fatto.
In questo momento sto toccando delle corde di mè stesso che non vedo, delle corde che sono in fondo a me e questa paura è accerchiante. E' un ostacolo più alto e grosso degli altri. Non so dove sia la porta da prendere a spallate, non vedo il confine e divento piccolo. Salgo e cado. Salgo e cado.
Il calendario sta per cambiare e probabilmente lo farò di nuovo anche io. La strada si rischiarirà pian piano, basta saper aspettare ed intanto godersi quello che si può. Il percorso è tortuoso, questo pezzo più di altri, ma il passo è deciso e supererà la tormenta.
Non dimentico le mie conquiste. Non dimentico le mie qualità. Non dimentico Ercole. Non dimentico di essere qui. Non dimentico che tutto andrà bene.
E solo che talvolta le emozioni forti fanno paura.
Buon 2009 a tutti!

Canzone del giorno: "Non dimentico più" - Deasonika. Un brano che la band di Max Zanotti ha presentato a Sanremo nel 2006 ed incluso nell'omonima raccolta. Una voce ed un testo da brividi per uno dei gruppi più degni del rock italiano...
un altro me che se ne va
non spegne più ciò che brucerà
un altro me che giudica
che cosa io mai sarò per te


giovedì 11 dicembre 2008

Interessi e leggerezza...

"Questa categoria di gente che non è né borghese, né proletaria; ma che vive più alla spalla del proletariato che della borghesia, che vorrebbe ostentare ed ostenta malamente una certa
inadeguata nobiltà, mentre puzza di tara e lungagnino; questa gente il cui mondo sta entro il circuito di un baslott; che ha paura degli scioperi e non fa credito agli scioperanti; che striscia
davanti a tutti pur di avere favori, pur di aver tornaconto ed interesse; che non ha mai avuto un partito politico proprio, ma che è un po' di tutti i partiti; che non ha una direttiva, ma si lascia trascinare da chi le promette di più.
Questa gente che ragiona sempre come la propria bilancia pesa il lardo e lo strutto; il cui ragionamento è sempre in favore di chipiù in alto sta nella scala sociale.
Questa gente che trae il suo maggior guadagno dalle compere dei proletari, e che si mette contro di essi ad ogni occasione [...]"

Questo è un articolo del 1903 pubblicato dal giornale "Brescia Nuova". Inquietante come dopo oltre 100 anni le redini e la gente di questo paese sia sempre uguale. A voi ogni ulteriore commento...

Oggi però alleggeriamo anche un po' il tutto con le consuete classifiche musicali di fine anno.
In anteprima ecco le mie dei migliori album del 2008 (a breve pubblicate su Rockol). Ovviamente non sono mai scelte facili...
Vi invito a segnalarmi anche le vostre scoperte (dischi, canzoni, film, libri) di quest'anno.

CLASSIFICA ALBUM STRANIERI:
1. Tv On The Radio - "Dear science"
2. Verve - "Forth"
3. Elbow - "The seldom seen kid"
4. Coldplay - "Viva la vida"
5. Vampire Weekend - "Vampire weekend"

CLASSIFICA ITALIANI:
1. Paolo Benvegnù - "Le labbra"
2. Marta sui Tubi - "Sushi & Coca"
3. Le Luci della Centrale Elettrica - "Canzoni da spiaggia deturpata"
4. Baustelle - "Amen"
5. Ettore Giuradei - "Era che così"

In un anno in cui non ho frequentato molto i cinema, voglio segnalare tre pellicole assolutamente degne di nota: "Into the wild" di Sean Penn, "Juno"di Jason Reitman e "Gomorra" di Matteo Garrone.

Canzone del giorno: "Cinestetica" - Marta sui Tubi. Tratto dal terzo splendido album della band siciliana "Sushi & Coca". Non mi dilungo, potete leggere la mia recensione linkata qui in parte. Un video bellissimo: semplice ed originale. La fantasia al potere.